Home Produzione Dalle aziende AgriEuro +23% nel 2022
AgriEuro +23% nel 2022

AgriEuro +23% nel 2022

233
0

L’ecommerce ha raggiunto quest’anno una crescita sul 2021, in controtendenza rispetto alla situazione attuale del mercato ecommerce home, brico e garden.

 

AgriEuro – ecommerce leader in Europa nella vendita di macchine per l’agricoltura e il giardinaggio – ha visto quest’anno una crescita del +23% sul 2021, anno che a sua volta aveva visto un aumento di fatturato del +21% sul 2020. Uno sviluppo importante che ha visto la crescita dell’azienda sul mercato europeo, superando così quello italiano. Un’evoluzione che si attesta essere in controtendenza rispetto alla situazione attuale del mercato ecommerce dell’home, brico e garden, che ha invece visto un calo del 15% nel 2022 rispetto all’anno precedente.

 

I risultati raggiunti da AgriEuro nel 2022 e gli obiettivi futuri sono stati resi noti da Filippo Settimi, ceo di AgriEuro (in foto), all’evento aziendale di fine anno che si è tenuto al Chiostro San Nicolò di Spoleto il 5 dicembre scorso, che ha visto protagonisti tutti i 140 dipendenti, numerosi collaboratori e ospiti di particolare rilevanza sul territorio come l’AIDP Umbria, Associazione Italiana Direzione Personale e il sindaco di Spoleto Andrea Sisti. Il sindaco ha affermato il grande valore di un’impresa come AgriEuro sul territorio spoletino, e la capacità dell’azienda di essere riuscita a superare le barriere della diffidenza verso il mercato online in un contesto quanto mai legato al mondo fisico come quello dell’agricoltura e del giardinaggio.

 

AgriEuro è una realtà imprenditoriale all’avanguardia sul territorio umbro, che sta permettendo alla regione di accrescere il suo ruolo nei servizi e nelle tecnologie digitali.

 

All’evento è stata poi dedicata particolare attenzione al tema dell’evoluzione interna ad AgriEuro, che durante questo secondo semestre 2022 ha visto l’ingresso di due nuove figure strategiche per la crescita e lo sviluppo dell’azienda: Luciana Ragni come HR Manager AgriEuro, e Giacomo Pompei come Digital Project Manager. Due figure chiamate ad apportare il loro prezioso contributo grazie alla loro esperienza pluriennale in grandi contesti aziendali.

 

L’evento ha poi previsto una seconda parte ludico-formativa ispirata alla metafora dell’antica popolazione Longobarda, data l’importanza storica avuta per la città di Spoleto e vista la peculiare organizzazione sociale, ovvero il modello organizzativo che ha portato i Longobardi al successo nella Storia.

 

Il gioco ha previsto la realizzazione di veri e propri Tableaux Vivant che hanno rappresentato alcuni dei principali episodi della storia longobarda. Per farlo, sono stati utilizzati abiti storici sapientemente realizzati dalla Gaita San Pietro di Bevagna (Festa Medievale di Rievocazione Storica).

 

A vincere come miglior Tableaux Vivant è stato il gruppo della “Fara del Fauno” che ha interpretato magistralmente il celebre episodio dell’incoronazione di Guido II di Spoleto. Sono poi stati riconosciuti dei premi speciali per alcune interpretazioni particolarmente meritevoli. L’evento aziendale ha, così, voluto rafforzare il senso di squadra in AgriEuro, la coesione interna e la capacità di superare insieme tutte le sfide, anche quelle più inaspettate.