Home Distribuzione AgriEuro: catalogo ampliato e servizi sempre più specializzati
AgriEuro: catalogo ampliato e servizi sempre più specializzati

AgriEuro: catalogo ampliato e servizi sempre più specializzati

421
0

Il 2022 chiude con un +20% nei fatturati, grazie anche all’estensione di gamma e all’assistenza professionale.

 

Continua il trend di crescita positivo di AgriEuro, ecommerce dedicato alla vendita di macchine per il garden, l’agricoltura e la cucina e attivo, oltre all’Italia, anche sui mercati tedesco, francese, spagnolo e inglese. L’azienda, con 5 strutture logistiche, per un totale di 68.000 mq di magazzini coperti, e circa 8.000 referenze trattate, è il primo eretailer europeo nelle categorie di riferimento: “Nonostante la maggior parte delle attività di ecommerce, dopo il boom degli ultimi 2 anni, stia registrando sviluppi più contenuti, o addirittura con segno negativo, noi continuiamo a crescere – spiega Filippo Settimi, amministratore delegato AgriEuro – pensiamo di chiudere il 2022 con un incremento nei fatturati del 20%”.

 

In termini di andamento per categoria, le migliori performance di vendita si registrano nella categoria del fai da te (+40%): “Presidiamo questo comparto commercializzando alcune tipologie di macchine e prodotti di grossa taglia, come il generatore di corrente, il compressore, la motocarriola – continua Settimi -. Risultati interessanti anche il segmento del giardinaggio (+20%), dove c’è una buona domanda di prodotti quali: trattorini, tagliaerba, decespugliatori”.

 

I buoni riscontri realizzati dall’azienda si devono, da un lato, al constante arricchimento dell’offerta di prodotto, anche grazie all’avvio di relazioni commerciali con nuovi fornitori dall’Italia ed Europa. Dall’altro lato, sono frutto del continuo focus sull’implementazione del servizio: “È in fase di rilascio il progetto dei centri assistenza – segnala il ceo della società -. Si tratta di una collaborazione che abbiamo stretto con officine presenti sul territorio, al fine di riparare tutte le centinaia di attrezzature che vendiamo sia in Italia sia all’estero, gestire le riparazioni a livello locale”. L’attività verrà coordinata centralmente da un gestionale che, in pochi click, smisterà migliaia di pratiche di assistenza presso il centro più vicino al cliente.

 

Lo step successivo di questo progetto sarà l’attivazione dei punti di ritiro: “I clienti che lo desiderano – conclude Settimi – potranno ritirare la merce presso dei pick up point, da selezionare online all’atto dell’acquisto dei prodotti, durante la procedura d’ordine; e magari gli stessi punti di ritiro potranno fungere anche da centri assistenza, fornendo quindi tutta una serie di servizi aggiuntivi, a tariffe piuttosto accessibili: penso all’ assemblaggio delle nostre macchine, al primo avviamento, sino al primo collaudo a domicilio”.

 

L’intervista integrale ad Agrieuro sarà disponibile sul prossimo numero di Bricomagazine.