ads
Home Distribuzione Amazon: 3.000 nuovi posti di lavoro in Italia
Amazon: 3.000 nuovi posti di lavoro in Italia

Amazon: 3.000 nuovi posti di lavoro in Italia

78
0

Oltre ad assumere, l’eretailer investe nell’ampliamento delle proprie strutture, aprendo entro l’autunno 3 nuovi centri distributivi.

 

“La crescita del digitale è una opportunità di ripartenza per il Paese e noi vogliamo dare il nostro contributo”: con queste parole Mariangela Marseglia, country manager di Amazon.it e Amazon.es, commenta l’impegno dell’azienda a creare 3.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato in Italia entro la fine del 2021, portando la forza lavoro complessiva dell’azienda a oltre 12.500 dipendenti, dai 9.500 di fine 2020, in più di 50 sedi in tutta Italia: “Investire nella digitalizzazione dell’Italia – continua Marseglia – significa sostenere opportunità di crescita attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro, formazione abilitante per i nostri dipendenti, e opportunità di sviluppo per le piccole e medie imprese italiane che utilizzano i nostri servizi per vendere i loro prodotti in Italia e all’estero”.

 

Per l’anno in corso Amazon ha inoltre stanziato più di 350 milioni di euro per il lancio di tre nuove piattaforme logistiche in Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte, che apriranno in autunno: si tratta dei due centri di distribuzione di Novara e Cividate al Piano (Bg), e del centro di smistamento di Spilamberto (Mo).

 

Amazon ha recentemente presentato anche l’European Innovation Lab a Vercelli, progettato per sviluppare e implementare nuove tecnologie per accrescere ulteriormente la sicurezza dei propri dipendenti e migliorarne costantemente l’esperienza lavorativa.