Home Distribuzione Amazon e gli acquirenti di diy: chi sono e cosa cercano sul sito
Amazon e gli acquirenti di diy: chi sono e cosa cercano sul sito

Amazon e gli acquirenti di diy: chi sono e cosa cercano sul sito

222
0

La piattaforma è molto frequentata dai clienti brico, tanto da porsi, in un certo senso, come un touchpoint del loro customer journey.

 

Aumenta di anno in anno il numero di consumatori, nei 5 principali paesi europei (Regno Unito, Germania, Francia, Spagna, Italia), che naviga su Amazon per informarsi attorno ai propri acquisti di fai da te. A raccontarlo, durante l’ultimo Global DIY-Summit, è Jacob Minah, head of Ad Sales for Tools & Gardening di Amazon Ads. Nella fattispecie, parliamo di un incremento medio del numero di acquirenti brico su Amazon del +8% anno su anno. In Italia e Spagna la crescita di visitatori alla ricerca di informazioni e di opportunità legate all’acquisto di prodotti di diy è addirittura del +11%. In Francia siamo al +10%, mentre la Germania si attesta su un +7% e il Regno Unito su un +6%.

 

Come questi consumatori impiegano il tempo sul sito di Amazon, in vista di arrivare poi all’acquisto di un prodotto brico? Gli utenti spendono mediamente da 1 a 6 ore a navigare sulla piattaforma Amazon in cerca di idee e stimoli. Visitano dalle 14 alle 19 pagine con descrizioni dettagliate dei prodotti. Alla fine della loro esplorazione, tornano a visionare mediamente solo 2 o 3 dei prodotti e, sulla base di questi 2-3 articoli di interesse, giungono a effettuare un acquisto.

 

Quanti acquirenti, fra quelli che hanno comprato online o offline prodotti di fai da te negli ultimi 3-6 mesi, usano Amazon, non necessariamente per acquistare, ma anche semplicemente per esplorare e farsi un’idea dei prodotti sul mercato? A fronte di un 30% di consumatori che hanno comprato articoli di diy online nel periodo considerato, il 93% usa Amazon per informarsi. Del 70% di consumatori che ha acquistato prodotti brico off line (quindi in negozio), l’85% usa Amazon sempre a scopo di acquisire informazioni. In questo senso, Amazon oggi ha dunque una doppia funzione: da un lato, evidentemente, è un eretailer, dall’altro è sempre più assimilabile ad un touchpoint, all’interno del customer journey del consumatore.