Home Mercato Ambiente, Christmasworld e Creativeworld: le novità dell’edizione 2023
Ambiente, Christmasworld e Creativeworld: le novità dell’edizione 2023

Ambiente, Christmasworld e Creativeworld: le novità dell’edizione 2023

61
0

L’edizione 2023 sarà all’insegna di 3 elementi fondamentali: una nuova combinazione di fiere, l’approfondimento dei più attuali trend di mercato e il cambio di ruolo per Messe Frankfurt.

 

Nella suggestiva cornice del Bistrot Dada in Taverna di Milano sono state presentate in un ambiente conviviale le novità più salienti delle fiere dei beni di consumo di Messe Frankfurt, Ambiente, Christmasworld e Creativeworld, che si terranno dal 3 al 7 febbraio 2023 a Francoforte (Creativeworld, come era precedentemente, inizierà il 4 febbraio). “Offriremo un’esperienza fieristica straordinaria a Francoforte: completa, innovativa e nuova” ha esordito Philipp Ferger, vicepresidente Consumer Goods Fairs. L’edizione 2023 sarà infatti all’insegna di 3 elementi fondamentali: una nuova combinazione di fiere per offrire una prospettiva del mercato in linea con i cambiamenti in atto, che si è tradotta nella decisione di far coincidere per la prima volta le date delle fiere Ambiente, Christmasworld e Creativeworld e di inglobare in Ambiente una parte delle merceologie di Paperworld introducendo il nuovo segmento “ufficio”, in modo da rappresentare il principale business point del mercato; l’approfondimento dei più attuali trend di mercato, come la digitalizzazione e il retail del futuro; il cambio di ruolo per Messe Frankfurt, che da puro organizzatore di fiere, focalizzato sulla vendita di spazi espositivi, si appresta a diventare un facilitatore di business con annessi una serie di servizi digitali rivolti a espositori, visitatori e stampa che dureranno tutto l’anno, e non solo per la durata delle fiere.

 

Questa combinazione di fiere accoglierà ben 4.700 espositori provenienti da 85 paesi, con un tasso di internazionalità molto elevato, pari all’80%. Nel dettaglio, Ambiente ospiterà 3.000 espositori, Christmasworld 500, Creativeworld 200 e, infine, un centinaio di espositori faranno parte del segmento “sourcing” (approvvigionamento su larga scala), nell’ottica di ampliarlo e di fornire un’unica piattaforma per tutto il range di prodotti in mostra a quei buyer che hanno necessità di trovare aziende di approvvigionamento globale. Queste novità hanno portato anche a un nuovo layout dei padiglioni per una miglior gestione della visita da parte dei buyer, che mirano a vivere un’esperienza che gli permetta di utilizzare il tempo a disposizione nel modo più efficiente possibile.

 

Il tema che guiderà la prossima edizione delle fiere dei beni di consumo sarà la sostenibilità nelle sue varie sfaccettature. Già testato in Ambiente, verrà riproposto anche per Christmasworld e Creativeworld il programma Ethical Style, che identifica gli espositori che offrono prodotti ecologici e socialmente responsabili. Ci saranno, pertanto, delle zone all’interno dell’area fieristica dedicate a questi prodotti. Ma la sostenibilità non sarà l’unico tema affrontato; lifestyle e design, new work, future retail ed espansione digitale del commercio saranno gli altri temi che offriranno grandi opportunità di ispirazione ai visitatori.

 

Infine, in futuro i servizi digitali verranno implementati ulteriormente sia per gli espositori che per i visitatori. In particolare, grazie ai dati che verranno raccolti nella registrazione, Messe Frankfurt potrà ad esempio consigliare agli espositori profili di visitatori simili a quelli che hanno visitato il loro stand grazie a un matchmaking basato sull’AI, così come proporre ai visitatori prodotti da vedere, espositori da visitare, ecc. in base ai propri ambiti di interesse. Gli espositori potranno, inoltre, scannerizzare i badge dei visitatori e raccogliere i loro dati per poi effettuare delle analisi sulla propria performance in fiera rispetto all’evento. L’espositore vedrà il proprio rendimento ad esempio in termini di internazionalità dei visitatori e potrà compararlo con quello dell’evento.