Home Distribuzione Apre a Bolzano l’Obi più grande d’Italia

Apre a Bolzano l’Obi più grande d’Italia

1.59K
0

Si trasferisce in una nuova sede più grande il centro Obi di Bolzano che apre al pubblico il 12 marzo. Con i suoi 10.000 mq di superficie sarà il centro dell’insegna tedesca più grande in Italia.

 

Il 12 marzo il negozio di Bolzano cambia sede trasferendosi in via Waltraud-Gebert-Deeg, a poca distanza dall’attuale negozio nella zona industriale di Bolzano (di 5.000 mq circa). 15 mesi fa è stato dato il via libera ai lavori di costruzione, realizzata interamente da imprese locali. Con i suoi 10.000 mq di superficie di vendita su un unico livello è diventato il più grande dei 56 negozi Obi in Italia. La nuova sede offre un garden center di 2.500 mq, la progettazione di giardini e di bagni, un centro di prova e di formazione, il servizio di noleggio attrezzature ed un servizio di trasporto dedicato.

 

Il centro di Bolzano, come gli altri 3 negozi dell’Alto Adige (Bressanone/Varna, Merano, Brunico), sono gestiti dalla Wepa di Bressanone/Varna, azienda guidata guidati dai due soci Alois Wegscheider di Wörgl in Tirolo e Georg Pallua di Bressanone. “I tempi cambiano e cambiano anche le esigenze dei clienti. Il trasferimento del nostro negozio e l’introduzione di nuovi servizi ne sono la diretta conseguenza. La gente non vuole semplicemente fare shopping online, ma vuole toccare fisicamente e testare i prodotti prima dell’acquisto, cercando anche una consulenza professionale e personalizzata e noi offriamo tutto questo, in un ambito coinvolgente ed emozionante, a chi ha l’hobby del fai da te e del giardinaggio”, afferma Georg Pallua, socio della Wepa Srl.

 

A seguito del trasloco l’assortimento si arricchisce di 8.000 nuovi prodotti, così i clienti possono scegliere tra complessivamente 50.000 articoli diversi. L’aumento del numero di prodotti riguarda in particolare i reparti giardino, sanitari, edilizia, casalinghi nonché mangimi ed articoli per animali. “Con l’ampliamento della superficie di vendita possiamo offrire anche servizi specifici: i clienti ora possono richiedere la duplicazione di diverse tipologie di chiavi e noleggiare anziché comprare subito gli utensili di cui hanno bisogno”, dichiara Christian Graf, amministratore di Obi Alto Adige.

 

Un notevole valore aggiunto per i clienti rappresenta anche il centro di prova Obi. “D’ora in poi si possono provare fisicamente le attrezzature e i macchinari prima di comprarli. Per i clienti sarà più facile fare la scelta giusta. Possono confrontare i modelli base con quelli ad uso professionale e poi decidere qual è l’utensile ideale per l’uso previsto e con il miglior rapporto qualità/prezzo”, aggiunge Benedikt Kuppelwieser, direttore del negozio OBI Bolzano. Chi invece preferisce continuare ad affidare i suoi progetti ai professionisti, può fruire dei servizi interni di trasporto, installazione e montaggio.

 

Per mettere a disposizione dei clienti un numero sufficiente di parcheggi, è stata scavata l’intera area in modo da ricavare un garage sotterraneo con quasi 400 posti auto. “La realizzazione di questo progetto è stata una scelta di cuore. Il trasferimento e l’ampliamento del negozio è un ringraziamento alla popolazione altoatesina, che da 15 anni ci è rimasta fedele. Si merita proprio tutto quello che di bello possiamo offrire per personalizzare e decorare casa”, afferma Georg Pallua.

 

A fronte dell’attuale emergenza epidemiologica in Alto Adige si attuano le relative misure igienicosanitarie. “Continuiamo ad affrontare in modo proattivo quest’emergenza per garantire un’esperienza di acquisto in completa sicurezza. Il nostro team qualificato sarà a disposizione per gestire il distanziamento dei clienti ed ottimizzare il passaggio in cassa. Inoltre abbiamo, per libera scelta, abbassato il numero massimo di presenze consentite contemporaneamente nel negozio. Quindi non applichiamo l’ufficiale regolamentazione di 1 cliente ogni 10 mq di superficie di vendita, ma l’abbiamo estesa ad 1 ogni 30 mq. In tal modo si evita di riversarsi tutti nello stesso spazio, ed è più facile evitare gli assembramenti. Qualora se ne creassero comunque, interverranno opportunamente i nostri collaboratori e gli addetti alla sicurezza OBI”, dichiara Christian Graf.