Home Distribuzione Argenti: ecco il nuovo layout di Hobby&Legno
hobbyelegno_cop
hobbyelegno_6
hobbyelegno_5
hobbyelegno_4
hobbyelegno_3
hobbyelegno_2
hobbyelegno_1

Argenti: ecco il nuovo layout di Hobby&Legno

458
0

Il negozio è stato allargato nella parte arredo, per una superficie di vendita equamente divisa fra mobili e brico.

 

A seguito del recente ampliamento del negozio Hobby&Legno di Villanova di Castenaso (Bo) abbiamo raggiunto Sandro Argenti, titolare dell’attività nonché uno dei soci fondatori di Bricolife, per sapere qualcosa di più attorno al progetto.

 

Quali aree del negozio sono state amplificate?

I lavori, conclusi a fine settembre, ci hanno permesso di raddoppiare lo spazio dell’arredamento, che oggi è attorno ai 500 mq, e che è la parte che più ci contraddistingue. Questo investimento ci ha portato grandi soddisfazioni di fatturato pur in un momento molto delicato di mercato. Ad oggi, il punto vendita è di 2.000 mq circa.

 

L’arredo, ed il legno, è storicamente il cuore della vostra attività…

Il negozio è del 1979 ma di fatto l’azienda risale, come ingrosso di legnami, al lontano 1957. Mio fratello Mauro intuì che il commercio di legnami non avrebbe avuto futuro, dato che l’avvento del fax permise infatti ai fornitori esteri di contattare direttamente i nostri clienti falegnami saltando la nostra intermediazione. Progressivamente iniziò la conversione degli spazi dedicandoli sempre più al privato fino ad arrivare ad oggi, dove la vendita ai professionisti si è praticamente azzerata. La nostra scelta, difforme da quella dei normali fai da te, è stata da sempre quella di avere un negozio virtualmente diviso in due parti, una metà dedicata al brico, che ci porta affluenza, e una metà dedicata all’arredamento di fascia medio alta, che ci porta il fatturato.

 

Ci spiega meglio?

I negozi di solo arredamento soffrono una bassa frequentazione, per l’ovvia ragione che il mobile è un bene durevole: dopo che un cliente ha comprato una cucina, per esempio, non lo rivediamo per anni. Il traffico in store, quindi, viene generato dalla parte brico, che induce il cliente a ritornare spesso. Al contempo, quando il faidateista viene a trovarci, passa obbligatoriamente davanti all’area mobili, e trova uno spazio con una proposta di prodotto e di servizio di alto standard. Ricordo, in questo senso, che la vendita dei mobili è accompagnata dal nostro servizio di sopralluogo e successivo trasporto e montaggio, esattamente alla stregua di un negozio di arredamento tradizionale.

 

Cos’altro vi differenzia da un brico classico?

Una delle nostre peculiarità, da sempre, è la presenza in store di una vera falegnameria, che non offre solo il taglio del legno, come fanno tutti i centri brico, ma anche lavorazioni particolari, che aiutano i clienti nelle loro realizzazioni. Cerchiamo di fare quello che gli altri non fanno. D’altra parte, ci troviamo in un zona presidiata da importanti e grandi competitor: non saremmo potuti sopravvivere offrendo al pubblico il loro stesso format e prodotti simili.