Home Mercato Bakaji.com: il cliente ci riconosce prezzo e rapidità nelle consegne
Bakaji.com: il cliente ci riconosce prezzo e rapidità nelle consegne

Bakaji.com: il cliente ci riconosce prezzo e rapidità nelle consegne

1.46K
0

L’eretailer, attivo nel mercato diy, si evidenzia per la competitività dell’offerta e l’efficienza nell’home delivery.

 

Con un fatturato 2020 di 20 milioni di euro (+40% sul 2019) Bakaji.com, della società napoletana Gruppo Tera, è un sito di ecommerce del mondo brico-garden fra i più interessanti del panorama nazionale. La piattaforma web, negli ultimi mesi, ha ottenuto diversi riconoscimenti: è una delle “Le Stelle dell’E-Commerce 2020/2021” ed è inoltre nel ranking delle aziende “leader della crescita 2021”, entrambe classifiche stilate dalla società di market research Statista, in collaborazione con alcuni fra i principali quotidiani del Paese: “Il nostro vantaggio competitivo, rispetto ad altri ecommerce presenti in Italia, sta nella nostra expertise come importatori – spiega Gennaro Provitera, a capo del Gruppo assieme ai fratelli -. Grazie a questo background, non abbiamo avuto bisogno di fare drop shipping, cioè non ci siamo mai dovuti servire di rivenditori terzi per commercializzare i nostri prodotti, che importiamo direttamente a nostro marchio. Ciò ci consente di mantenere i prezzi dei nostri prodotti più bassi rispetto a quelli della concorrenza online”.

 

Altro punto di forza di Bakaji.com è la rapidità nelle consegne. Precisa Provitera: “Nei nostri 2 depositi campani, ci occupiamo direttamente noi di scaricare i container, così come siamo sempre noi a confezionare i pacchi a magazzino”. Un’attività, quest’ultima, resa più veloce a seguito del recente acquisto di un macchinario automatico, che confeziona circa 700 pacchi all’ora. Grazie a questa tencologia, la società riesce a far recapitare la merce al domicilio del cliente in 2-3 giorni.

 

A livello di risultati di vendita per categoria di prodotto, fra i best performer spiccano gli articoli per la casa, a partire dai piccoli elettrodomestici. Aggiunge il manager di Gruppo Tera: “Abbiamo rilevato anche un netto aumento degli attrezzi per il fai da te e dei piccoli elettroutensili. Così come stanno andando bene gli articoli per l’arredo da ufficio, come sedie e scrivanie, ovvero quei prodotti per ricreare, nell’ambiente domestico, il proprio spazio lavorativo”.

 

La versione integrale dell’intervista a Gruppo Tera sarà disponibile sul numero di Bricomagazine di marzo.