Home Produzione Bosch Italia, bene gli elettroutensili nel 2020
Bosch Italia, bene gli elettroutensili nel 2020

Bosch Italia, bene gli elettroutensili nel 2020

54
0

Un anno fortemente condizionato dalla pandemia per la filiale italiana del Gruppo Bosch, con risultato negativo, ma meno delle previsioni iniziali. In controtendenza gli elettroutensili, sia professionali che hobbistici.

Il 2020 di Bosch Italia è stato fortemente condizionato dalla pandemia, specialmente nel settore ‘Mobility Solutions’ che ha fatto registrare un calo del 28% in seguito alla sostanziale paralisi del mercato automobilistico durante i mesi di lockdown. Nonostante questo, l’azienda ha performato meglio delle previsioni iniziali, chiudendo l’anno con un -11% complessivo e un volume d’affari di circa 2 miliardi di euro.

 

In controtendenza il settore di business ‘Consumer Goods’ che durante la pandemia ha visto un forte aumento della domanda di elettroutensili e elettrodomestici, anche grazie al contributo del canale di vendita online. La divisione Elettroutensili nel 2020 ha registrato uno sviluppo delle vendite sia nel comparto professionale sia in quello hobbistico, beneficiando dello spostamento dei consumi verso i beni legati alla casa e all’abitare in genere. Anche la divisione Elettrodomestici BSH, che propone prodotti connessi per una casa sempre più smart, ha chiuso il 2020 in positivo.

 

Per quanto riguarda le altre business unit, trend positivo da segnalare per i componenti eBike, prodotti presso lo stabilimento di Bari e per la divisione Termotecnica che ha chiuso l’anno con un incremento del proprio giro d’affari rispetto al 2019 grazie agli incentivi governativi in tema di efficientamento energetico degli edifici. In negativo invece l’aftermarket automobilistico e il settore Industrial Technology: il blocco di tutte le attività produttive non essenziali ha coinvolto la quasi totalità della base clienti di Bosch Rexroth.

 

“Nonostante la pandemia, Bosch Italia ha superato meglio del previsto il 2020, grazie ad una strategia di diversificazione del business e al grande impegno, alla flessibilità e alla creatività di tutti i collaboratori” – ha dichiarato Fabio Giuliani (nella foto), General Manager del Gruppo Bosch in Italia. “Sebbene il 2021 sia ancora un anno sfidante, l’andamento del primo trimestre è senz’altro positivo. Questo ci permette di affrontare con ottimismo e determinazione le sfide future perseguendo i nostri obiettivi tra cui, in particolare, quello di una ‘Tecnologia per la vita’, nel rispetto della sostenibilità e del corretto uso delle risorse” – ha concluso Giuliani.