Home Distribuzione Bricofer Group: rinnovata la collaborazione solidale con Trenta Ore per la Vita
Bricofer Group: rinnovata la collaborazione solidale con Trenta Ore per la Vita

Bricofer Group: rinnovata la collaborazione solidale con Trenta Ore per la Vita

111
0

Per il terzo anno consecutivo Gruppo Bricofer sostiene il “Progetto Home” con una raccolta fondi.

In seguito ai grandi risultati raggiunti con le precedenti raccolte fondi, il Gruppo Bricofer ringrazia i clienti per il contributo dato alla causa e rinnova il sostegno al “Progetto Home” di Trenta Ore per la Vita partecipando attivamente con una raccolta fondi. I clienti potranno donare in cassa nei punti vendita aderenti a insegna Bricofer e Self e il simbolo del contributo donato sarà una pallina solidale da regalare in questo speciale Natale.

 

Nelle scorse edizioni, grazie all’apporto dato dalle donazioni in cassa nei punti vendita Bricofer e Self, oltre 80.000 € sono stati destinati alla realizzazione di importanti progetti di accoglienza per le famiglie di piccoli pazienti onco-ematologici.

 

“L’anno in corso, con la criticità socio-sanitaria che lo contraddistingue, chiama tutti noi a dare un contributo concreto per garantire insieme a Trenta ore per la vita, “una casa lontano da casa” ai piccoli in difficoltà” dichiara il Presidente del Gruppo Massimo Pulcinelli.

 

Purtroppo i centri specializzati in onco-ematologia pediatrica non sono presenti in tutto il territorio italiano, per cui la migrazione sanitaria continua ad essere una emergenza sociale. Nasce così il “Progetto Home” di Trenta Ore per la Vita, ente no profit impegnato da molti anni al fianco di varie associazioni di genitori di piccoli pazienti onco-ematologici.

 

“È per noi un grande piacere dare seguito anche quest’anno a questa sinergia solidale con il Gruppo Bricofer”, dichiara Lorella Cuccarini, testimone e socio fondatore dell’Associazione Trenta Ore per la Vita onlus. “Ringraziamo il Presidente Pulcinelli e ci auguriamo di poter consolidare questo rapporto con nuove iniziative per il futuro. E continuare, soprattutto in questo momento, a garantire un aiuto concreto alle persone più fragili”.