Home Produzione Compo acquisisce Heinr. Propfe Chem. Fabrik GmbH
Compo acquisisce Heinr. Propfe Chem. Fabrik GmbH

Compo acquisisce Heinr. Propfe Chem. Fabrik GmbH

26
0

L’azienda ha acquisito retroattivamente dal 1 gennaio le azioni di Heinr. Propfe Chem. Fabrik GmbH, produttore di fertilizzanti liquidi organici con sede a Mannheim.

 

Compo, tra i leader europei nella fornitura di articoli di marca per il giardinaggio, dà il benvenuto a Heinr. Propfe Chem. Fabrik GmbH, produttore di fertilizzanti liquidi organici di Mannheim, di cui ha acquisito tutte le azioni retroattivamente dal 1 gennaio.

 

Propfe è un’azienda a conduzione familiare, giunta alla quarta generazione, che sviluppa e produce fertilizzanti innovativi utilizzando materie prime naturali e organiche. Lavorando con Compo da anni, l’azienda ha maturato una straordinaria esperienza nei fertilizzanti, in particolare, in quelli liquidi organici.

 

“Dopo anni di collaborazione di successo, sono lieto che Heinr. Propfe Chem. Fabrik GmbH continuerà a far parte di Compo e verrà ulteriormente sviluppata nel comune interesse”, afferma Herbert Theodor Propfe, azionista unico e amministratore delegato di Heinr. Propfe Chem. Fabbrik GmbH. Propfe aggiunge: “La capacità innovativa e la mission di Compo forniscono la base per sviluppare ulteriormente prodotti di alta qualità e performance, trasferendoli dai professioni agli hobbisti, rafforzando nel contempo i nostri standard di sostenibilità”.

 

Riguardo Heinr. Propfe Chem. Fabrik GmbH il ceo del gruppo Compo, Stephan Engster, afferma “La sua acquisizione nel Gruppo Compo è un ulteriore passo della nostra ben definita strategia di sostenibilità e fornisce un prezioso contributo all’ampliamento della nostra gamma di prodotti ecosostenibili, sempre in linea con la garanzia di qualità Compo. I vantaggi per il consumatore sono sempre al centro della nostra strategia. Dopotutto, la consapevolezza ambientale, la protezione del pianeta e la sostenibilità sono aspetti che fanno parte di una realtà già consolidata della vita quotidiana di molti giardinieri hobbisti”.