Home Mercato Con la pandemia, i millennial diventano faidateisti
Con la pandemia, i millennial diventano faidateisti

Con la pandemia, i millennial diventano faidateisti

64
0

2 giovani europei su 3 hanno riscoperto il fai da te, e continueranno ad investire nel settore anche nel 2021.

 

Nel mercato del diy europeo, i millennial sono diventati il target di consumatori a maggior crescita percentuale del segmento: un dato di cui industria e retailer devono tenere conto nella definizione di assortimenti e strategie di comunicazione.

 

Come emerge dal report sull’home improvement europeo della società di ricerca USP Marketing Consultancy, la fascia di età 18-34 è quella che, nell’ultimo anno, si è dedicata maggiormente alle attività di diy: parliamo di un +31%, a fronte di una media complessiva europea del +23%. Di contro, le fasce più mature della popolazione, dai 55 in su, hanno incrementato l’attività solo del 14%, mentre la fascia 35-54 ha aumentato del 24%.

 

Va da sé – segnala il report Usp – che per intercettare le esigenze della categoria dei millennial (e continuare ad interessarla anche in futuro), distribuzione e produzione devono utilizzare un approccio diverso rispetto a quello tradizionale. In primo luogo, è bene tener presente che si tratta di una tipologia di cliente con poca competenza nel mondo brico. Per questo, in store, si potrebbe puntare su un’esposizione delle gamme studiata per semplificare il processo di selezione degli articoli da parte di questa tipologia di utente.

 

Prendendo come riferimento uno dei segmenti best performer del 2020, ovvero quello delle vernici, si potrebbe per esempio presentare uno scaffale con un minor numero di opzioni per singolo colore, appunto per facilitarne la scelta. Vincente, anche lo sviluppo di una comunicazione più coinvolgente, per esempio facendo story-telling dei prodotti commercializzati, così da migliorare l’esperienza cliente.

 

Sempre connessa, la generazione dei millennial va stimolata anche online: non solo tramite tutorial per aiutare il consumatore ad approfondire le proprie competenze, ma anche spingendo su altri aspetti della sfera social, a partire dall’invito alla condivisione virtuale dei propri progetti di fai da te, magari all’interno di una community dedicata.

 

I millennial sono il target che, anche nel 2021, intende investire maggiormente nel diy. Lo afferma il 32% dei rispondenti europei in questa fascia d’età, contro una media Europa del 27%.