Home Distribuzione Conclusa la trasformazione dei negozi Maxi Zoo Italia in Arcaplanet
Conclusa la trasformazione dei negozi Maxi Zoo Italia in Arcaplanet

Conclusa la trasformazione dei negozi Maxi Zoo Italia in Arcaplanet

366
0

In ogni store, si è cambiata l’insegna e si è introdotto il click&collect. Il restyling dell’interno degli shop si ultimerà in estate.

Si è completato, nell’arco di due mesi, il processo di trasformazione dei 113 punti vendita di Maxi Zoo Italia in Arcaplanet: tutti gli ex store Maxi Zoo, cioè, hanno cambiato insegna e sono attivi con il servizio di click&collect, lanciato a luglio da Arcaplanet. Già dal 1° ottobre è inoltre effettivo il cambio software e la sostituzione delle casse.

 

Il Gruppo Arcaplanet è dunque pronto a dare ufficialmente avvio al suo nuovo corso, forte degli oltre 490 pet store distribuiti sul territorio Italiano, di 2.700 dipendenti in totale, di un canale ecommerce e di oltre un milione e mezzo di clienti fidelizzati.

 

L’operazione di restyling – che coinvolgerà anche l’interno dei punti vendita acquisiti (per 21 store è già stata completata) – terminerà a fine luglio 2023. Questi negozi si vedono rinnovati nel layout, nei colori e nei servizi.
Nell’ambito dello stesso progetto di integrazione, dopo un periodo di scambio di expertise, si è avviata la prima fase di formazione dedicata ai circa 1.000 addetti vendita, che Arcaplanet ha inserito nel suo programma Academy, formando le nuove risorse per entrate a far parte del proprio team di pet specialist, attraverso corsi tenuti da esperti di settore come veterinari, addestratori, comportamentalisti e nutrizionisti.

 

“Possiamo dire che è fattivamente iniziato il nuovo corso di Arcaplanet – commenta Nicolò Galante, amministratore delegato di Agrifarma -. Un percorso che sarà caratterizzato da importanti investimenti, assunzioni e nuovi servizi per i clienti e i loro pet. L’omnicanalità del Gruppo viene ulteriormente rafforzata: prevediamo investimenti per l’espansione della rete fisica e per l’aspetto digitale tra sviluppo ecommerce, acquisizione dati e digitalizzazione”.