Home Produzione Dalle aziende Da Rio a Tokyo, la cura delle acque olimpiche è sempre made in Italy
Da Rio a Tokyo, la cura delle acque olimpiche è sempre made in Italy

Da Rio a Tokyo, la cura delle acque olimpiche è sempre made in Italy

135
0

Specializzata nella produzione di chimici per il trattamento delle acque delle piscine, C.A.G. Chemical vanta un prestigioso portafoglio di clienti.

 

C.A.G. Chemical Spa è l’azienda leader in Italia nella produzione di chimici per il trattamento delle acque delle piscine, la seconda in Europa. I suoi prodotti, ultimo brevetto ALE9, rappresentano un toccasana per acque in sofferenza o da coccolare. Dal Vaticano (Santa Marta) al Quirinale (Castelporziano), dalla base del Comando Generale Nato alle piscine della residenza di Rania di Giordania, passando per la manutenzione di diciotto dighe nel mondo e di 80 mila km di acquedotto nelle repubbliche ex sovietiche, comprese le fontane del Cremlino, la diga delle tre gole in Cina.

 

Anima della società è l’ing. Gianni Capizzi, ormai noto come il “Signore delle Acque” per il suo intervento nel 2016 sulla piscina dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro che improvvisamente diventò verde e solo con il suo intervento potè recuperare il normale colore azzurro. E Capizzi è presente anche alle Olimpiadi di Tokyo all’avvio in questi giorni.

 

Nello sport, la varietà e la qualità dei prodotti, con la competenza, si esprimono meravigliosamente, dagli anni 90, nelle piscine che C.A.G. Chemical ha manutenuto per mitiche società come Canottieri e Posillipo Napoli, Ortigia Siracusa, fino a tutte le piscine dell’Universiade 2019. Per C.A.G. Chemical l’acqua è una componente senza patria, che si rinnova quasi magicamente, e la presenza di molti dipendenti stranieri, prevalentemente egiziani, conferma in un territorio particolare la reale voglia di inclusione e al tempo stesso apertura verso i popoli che trovino beneficio dai prodotti made in Mondragone, Campania, laddove c’è un avveniristico laboratorio che ha lo spirito dei giorni della fondazione e la tecnologia dei tempi nostri e che in circa 7 lustri ha partorito già 9 brevetti mondiali.