Home Distribuzione Fallimento Mercatone Uno: confermato l’ultimo anno di ‘cassa’ per i 1.300 lavoratori
Fallimento Mercatone Uno: confermato l’ultimo anno di ‘cassa’ per i 1.300 lavoratori

Fallimento Mercatone Uno: confermato l’ultimo anno di ‘cassa’ per i 1.300 lavoratori

245
0

Avviata la fase liquidatoria e confermato l’ultimo anno di cassa integrazione per i circa 1.300 lavoratori ancora in carico a Mercatone Uno.

 

Si avvia alla conclusione la triste parabola di Mercatone Uno. Il 23 novembre 2020 la società è stata dichiarata definitivamente fallita ed è stata avviata la fase liquidatoria in cui i beni saranno venduti all’asta a beneficio dei creditori.

 

L’ultima decisione attesa era la conferma della cassa integrazione per l’ultimo anno (scadenza 23 novembre 2021) per i circa 1.300 lavoratori che ancora risultano in carico a Mercatone Uno, che potranno quindi usufruire del sostegno al reddito e dell’agevolazione nei percorsi di ricollocazione.

 

Quanto alla liquidazione dei beni, è evidente che l’operazione non potrà che ripagare in minima parte i debiti in essere sui quali c’è una forte dissonanza di valutazione tra commissari e fornitori. Per i primi, ammontano a circa 200 milioni di euro (48 maturati dopo l’apertura della procedura e 150 pregressi), mentre per AssoMuno, l’associazione che rappresenta i fornitori, arrivano 800 milioni di euro (600 milioni verso i fornitori, 117 verso l’erario e 29 verso lo Stato per contributi previdenziali non versati).