ads
Home Produzione Dalle aziende Ferraboli acquisisce il marchio BST
Ferraboli acquisisce il marchio BST

Ferraboli acquisisce il marchio BST

160
0

L’azienda bresciana ha rilevato marchio, parco stampi e certificazione di BST, concorrente in Italia ed all’estero nella produzione e vendita dei barbecue.

 

Una notizia che avrà certamente ripercussioni importanti sul mercato dell’outdoor, ed in particolare nel mondo del barbecue, è quella che giunge da Prevalle, paese bresciano vicino al Lago di Garda, dal 1964 sede storica della produzione Ferraboli, prima con i girarrosti e via via negli anni con i più svariati modelli di barbecue Made in Italy che ad oggi vengono esportati in tutti i 5 continenti.

 

“È capitata l’occasione di rilevare marchio, parco stampi e certificazione dell’azienda BST. In questi anni nostro concorrente in Italia ed all’estero nella produzione e vendita dei barbecue. Crediamo che l’azienda BST sia stata negli anni un assoluto concorrente di livello che ha lavorato, come noi, su proprie linee di prodotto, con propri equilibri e azioni di marketing, sempre incentrate sulla qualità, il Made in Italy e la gestione familiare dell’impresa. Valore in cui ci riconosciamo al 100%” commenta un entusiasta Davide Apollonio, CEO di Ferraboli Srl.

 

“C’era anche il rischio che il marchio finisse nelle mani di qualche importatore improvvisato o peggio di qualche asiatico che ne avrebbe stravolto la storia e la merceologia, in peggio. Nostro interesse è creare dal 2022 un’altra linea di prodotti, usando anche ma non solo, quelli già sul mercato con marchio BST. Dando così la possibilità ai clienti di decidere tra due “formula uno”, entrambe con motore e qualità italiane, ma con una diversa estetica che sposi appunto più visioni oggettive di questo bellissimo strumento di aggregazione e di cucina all’aperto”.

 

“Infine, mi sento di ringraziare la famiglia Tirindelli, in primis la dottoressa Patrizia Tirindelli, che certamente non a cuor leggero, ha deciso di consegnare il marchio a mani solide e stimate, senza rincorrere la mera e sola speculazione economica. Dal canto nostro siamo certi che ne faremo tesoro e con questa annessione puntiamo ad ampliare ancor di più il nostro mercato italiano ed internazionale”. Il team che ha gestito e portato a termine questa acquisizione è formato da Davide Apollonio, Stefano Cristante e Mimma Ferraboli.

 

“Per noi continua l’investimento sul progetto BBQ essendo un prodotto molto apprezzato in tutto il mondo dai nostri consumatori. Il 2020 è stato un anno importante, realizzando un 35% in più di fatturato rispetto al 2019. Ci auguriamo che il trend continui anche nel 2021 e crediamo fortemente di poter rinnovare e confermare l’aumento dello scorso anno, portando la nostra azienda a sfiorare il massimo storico di fatturato registrato a fine anni Novanta”.