Home Distribuzione Francia, vendite record per le insegne brico nel 2020, nonostante il lockdown
Francia, vendite record per le insegne brico nel 2020, nonostante il lockdown

Francia, vendite record per le insegne brico nel 2020, nonostante il lockdown

283
0

Nel 2020, le insegne brico francesi hanno registrato la maggiore crescita di fatturato da 13 anni a questa parte. Formidabile il mese di dicembre (+31%).

 

Secondo i dati della Banque de France, pubblicati dall’associazione dei rivenditori di bricolage transalpini FMB (Fédération des Magasins de Bricolage et de l’aménagement de la maison), l’incremento delle vendite tra gennaio e dicembre 2020 è stato del 4,78% in valore (+3,81% in volume). La crescita è ancora più significativa se consideriamo che è riferita ad un ottimo 2019 (+3,4%) che aveva fatto registrare l’incremento più alto dal 2007.

 

Il risultato è sorprendente in considerazione dei due mesi disastrosi di marzo e aprile (-49% e -62%, rispettivamente). Da allora però le insegne del bricolage francesi hanno registrato mesi di vendite record, con crescita costante a due cifre sull’anno precedente, culminate con un incredibile +31% nel mese dicembre, nonostante la situazione sanitaria estremamente critica nel Paese.

 

In particolare, la crescita esplosiva nel mese di dicembre si presta ad una riflessione. Si è detto più volte nel corso dell’anno che le performance positive del bricolage nel 2020 erano dovute soprattutto all’ottimo trend dei mondi garden-outdoor e colore-vernici, ma dicembre non è un buon mese per nessuna di queste merceologie: evidentemente tutti i mondi del bricolage hanno concorso a questo risultato.

 

E infatti sono ormai diversi gli indicatori di un 2020 più che positivo per le vendite del comparto del bricolage in tutta Europa a conferma di come la tendenza a vivere più tempo tra le mura domestiche indotta dalla pandemia abbia stimolato fortemente le attività (e quindi i consumi) legati al fai da te.