Home Mercato Garden center e pet shop francesi: il 2020 chiude in positivo
Garden center e pet shop francesi: il 2020 chiude in positivo

Garden center e pet shop francesi: il 2020 chiude in positivo

31
0

La crescita del comparto è soprattutto legata al buon andamento del segmento giardinaggio, con vendita in aumento del 2,2%.

 

Il mondo dei garden center e dei pet shop francesi chiude il 2020 con vendite in crescita dell’1,1%. È quanto emerge da una recente ricerca effettuata dalla Fédération des Jardineries et Animaleries de France. Il settore, cioè, nella seconda parte dell’anno è riuscito a risollevarsi, dopo l’andamento negativo dei mesi primaverili, quando il lockdown più rigido aveva causato una flessione del giro d’affari rispettivamente del 62% in marzo e del 39% in aprile. Il periodo successivo, al contrario, ha mostrato un grande dinamismo nei consumi, non solo nei mesi estivi ma anche nella stagione autunnale; ciò ha permesso di risollevare il fatturato del primo quadrimestre del 2020, registrando un aumento cumulativo dello 0,6%. Molto significativa, in particolare, la ripresa dei garden center, che chiudono il 2020 con un incremento del fatturato del 2,2%.

 

Spiega Benjamin Dejardin, presidente di Jardineries et Animaleries de France: “Nel 2020 il settore ha potuto rialzare la testa grazie alla professionalità dei nostri dipendenti, all’azione della Federazione e ai francesi, che hanno riscoperto, o scoperto per la prima volta, il piacere della cura del verde“.