Home Distribuzione Il Tar blocca nuovamente l’apertura di Tecnomat Olbia
Il Tar blocca nuovamente l’apertura di Tecnomat Olbia

Il Tar blocca nuovamente l’apertura di Tecnomat Olbia

794
0

Quando sembrava imminente l’apertura del punto vendita gallurese, arriva un nuovo stop del Tar della Sardegna, sempre su ricorso di Gruppo Bricofer.

 

Nuova puntata nello scontro giudiziario tra il Gruppo Bricofer e Bricoman Italia sul punto vendita Tecnomat di Olbia. Il Tar della Sardegna ha accolto l’istanza cautelare presentata dal retailer romano e dalla sua controllata Ottimax con un’ordinanza che sospende la validità delle autorizzazioni già ottenute dal comune per l’apertura del punto vendita Tecnomat nella zona industriale del Pozzo Sacro di Olbia, location che si trova a una manciata di chilometri da un grande negozio Ottimax.

 

Ricordiamo che Bricoman aveva provveduto a ridurre la volumetria del centro portando la superficie a 6000 mq circa per rientrare nei parametri di “media struttura commerciale” e poter sfruttare il procedimento autorizzativo semplificato, accogliendo così le osservazioni sulle quali si basava la prima sospensiva dei giudici amministrativi sardi.

 

Con questo secondo ricorso, di nuovo accolto dal Tar della Sardegna, il Gruppo Bricofer ha contestato proprio la legittimità costituzionale della legge regionale sarda 9/2023 che permette la procedura autorizzativa semplificata per le “medie strutture commerciali”. La sospensiva ottenuta dal Gruppo Bricofer blocca di fatto l’autorizzazione del comune di Olbia che non potrà essere concessa fino a quando non ci sarà un giudizio di merito, sul quale con ogni probabilità sarà chiamata a pronunciarsi la Corte Costituzionale.

 

Si preannunciano quindi tempi lunghi per la definizione della questione, un punto a favore del Gruppo Bricofer, in attesa della risposta di Bricoman Italia.