ads
Home Mercato Illuminazione: male il 2020, bene il primo trimestre 2021
Illuminazione: male il 2020, bene il primo trimestre 2021

Illuminazione: male il 2020, bene il primo trimestre 2021

61
0

L’indagine di ASSIL – Associazione Nazionale Produttori Illuminazione – sull’impatto della pandemia nel settore illuminazione per l’anno 2020, che conferma un quadro deteriorato. In netta ripresa la prima parte del 2021.

 

Secondo una survey condotta da Assil, l’associazione italiana dei produttori del settore illuminazione in seno ad ANIE Confindustria, il 63,6% delle imprese associate segnala ancora diverse problematiche legate alla gestione delle attività aziendali. A destare particolare preoccupazione sono il rallentamento della domanda di beni e servizi, le difficoltà nel reperimento delle materie prime, il pagamento da parte dei clienti e le problematiche legate ai trasporti, confermati rispettivamente dal 66,7%, in calo di oltre il 20% rispetto alle dichiarazioni di ottobre, dal 57,1%, dal 38,1% e dal 33,3% delle aziende. Inoltre, nel periodo novembre-dicembre diminuisce l’utilizzo della modalità di lavoro da remoto, utilizzata dal 71,4 (-13,4% su ottobre).

 

In calo le indicazioni di capacità produttiva delle imprese. La percentuale delle imprese che dichiara capacità produttiva pari allo stesso periodo dell’anno precedente, è diminuita dal 42.4% di ottobre, al 35,3% di novembre fino al 30,3% di dicembre. Indicazioni di ripresa per il 1° trimestre del 2021, con il 71,4% delle imprese che prevede una capacità produttiva pari almeno al 90%, contro il 48,5% (+22,9% sulla survey del mese di ottobre).

 

Nei mesi di novembre e dicembre migliora l’andamento degli ordini, con rispettivamente il 31,5% e il 31,4% delle imprese che segnala un andamento positivo, contro il 18,2 di ottobre. Per il 2020 nel suo complesso la situazione si conferma però critica, con oltre il 65% delle imprese che segnala un saldo negativo. Migliorano le previsioni per il 1° trimestre 2021, con il 42,9% delle imprese che indica una previsione positiva, (+22,7% sulla survey del mese di ottobre).

 

Negli ultimi mesi dell’anno, il fatturato delle imprese ha sperimentato un leggero miglioramento che non è però riuscito a compensare le ampie perdite registrate nei mesi precedenti. Nel 2020 oltre l’80% delle imprese dichiara una contrazione del fatturato, di cui oltre la metà stima delle perdite comprese tra il -10% e il -30%. Migliorano rispetto alla survey di ottobre le previsioni per il 1° trimestre 2021, con il 45,7% delle imprese che indica un incremento fino al 30%.

 

Oltre un’impresa associata su due prevede di poter tornare ai livelli di business precedenti alla pandemia entro 12 mesi.