Home Mercato Kingfisher, Q3 2023 in ribasso. Male la Francia
Kingfisher, Q3 2023 in ribasso. Male la Francia

Kingfisher, Q3 2023 in ribasso. Male la Francia

181
0

La multinazionale britannica riduce le previsioni degli utili per l’anno 23-24, in particolar modo a causa della debolezza del mercato francese.

 

Nel terzo trimestre 2023 il Gruppo Kingfisher ha realizzato vendite per 3.2 miliardi di sterline, pari a -2,7% a valuta costante e -3,9% di vendite comparabili (+1,1% nel Regno Unito e Irlanda, -8,6% in Francia e -7,6% nelle altre nazioni), ottenendo un buon risultato nel Regno Unito, con un aumento delle vendite e della quota di mercato per B&Q, TradePoint e Screwfix.

 

Situazione diversa, invece, in Francia dove il protrarsi della debolezza del mercato, unita a un autunno insolitamente caldo che ha ritardato l’avvio delle vendite di materiali isolanti, prodotti idraulici e del mondo del riscaldamento – settori verso cui l’insegna Brico Dépôt è fortemente sbilanciata -, sta avendo ripercussioni negative che hanno determinato una nuova revisione degli utili al ribasso. “A causa della debolezza del mercato francese e nonostante le nostre azioni proattive sui costi, – afferma Thierry Garnier, chief executive officer – abbiamo abbassato le previsioni sugli utili del Gruppo per l’intero anno”. Questa affermazione si traduce in una previsione degli utili prima delle tasse di £560milioni, invece dei precedenti £590milioni ipotizzati a settembre, per l’anno fiscale 2023-2024 che si concluderà a gennaio 2024. Il terzo trimestre era iniziato con un leggero rallentamento delle vendite rispetto al secondo trimestre ma il mercato dell’home improvement è peggiorato molto più di quanto previsto a settembre e le azioni intraprese dalla multinazionale britannica non sono sufficienti a compensare l’impatto della riduzione delle vendite in questa nazione. Inoltre, il quarto trimestre è partito in linea con il trend del Q3, il che significa che la debolezza del mercato in Francia continuerà per tutto il quarto trimestre, nonostante una prima avvisaglia di miglioramento da ottobre alla data di uscita dei dati finanziari, nella seconda metà di novembre.

 

Nel dettaglio Castorama sta performando in linea con il mercato, pertanto nelle intenzioni della multinazionale nel 2024 ci sarà il lancio di un marketplace, per supportarne la crescita. Brico Dépôt, d’altro canto, è l’insegna maggiormente esposta alla congiuntura del mercato francese, come precedentemente sottolineato.