Home Mercato L’angolo verde è il nuovo protagonista della casa
L’angolo verde è il nuovo protagonista della casa

L’angolo verde è il nuovo protagonista della casa

79
0

Dal balcone al terrazzo, all’orto, il 60% degli italiani riscopre il valore del proprio spazio all’aperto, anche durante la Fase 2.

 

Con il lockdown, ed ora con la Fase 2, lo spazio verde ha assunto un ruolo fondamentale per i cittadini. Oltre il 60% delle persone che possiede un’area green (giardino, ma anche terrazzo o orto) la apprezza e la sfrutta con molta più frequenza rispetto al passato. Il 43% la usa come ‘valvola di sfogo’ dall’isolamento domestico, il 37% si dedica alla cura delle piante, mentre un interessante 25% ammette di averla cominciata ad apprezzare solo con l’emergenza sanitaria, mentre prima non la usava. Quindi 1 famiglia su 4 è diventata una potenziale nuova cliente di prodotti per il giardinaggio. Sono, queste, alcune delle evidenze di una recente indagine Business Intelligence Group volta a comprendere i nuovi scenari di consumo e le aspettative delle famiglie italiane nel post coronavirus, in relazione al mondo brico-garden. In particolare, riportiamo i dati relativi al tema del rapporto fra spazio all’aperto e quarantena.

 

Vivere di più il green vuol dire fare degli investimenti per migliorarlo, comprando dai mobili agli attrezzi per il garden, alle piante. Il settore, di fatto, sta performando meglio di altri comparti brico, e non solo per ragioni legate alla stagionalità. Spiccano anche nuovi utilizzi di quest’area: un 15% dei rispondenti si è addirittura ritagliato uno spazio all’aperto per lavorare.

 

Incrementa il ricorso all’orto: lo si coltiva di più, sia nell’ottica di limitare gli acquisti e quindi i contatti interpersonali, sia per avere il ‘controllo di tutta la filiera’, sentendosi più sicuri circa la qualità del prodotto. Il 5% della popolazione ha anche costruito un orto sul proprio balcone o terrazzo.

 

L’indagine Business Intelligence Group ha coinvolto 1.000 famiglie che hanno uno spazio all’aperto. Il campione è rappresentativo di 10-12 milioni di famiglie.

 

L’approfondimento dell’indagine sarà disponibile sul numero di Bricomagazine di maggio.