Home Mercato Milano Design Week: 10 trend che rivoluzioneranno l’illuminazione
Milano Design Week: 10 trend che rivoluzioneranno l’illuminazione

Milano Design Week: 10 trend che rivoluzioneranno l’illuminazione

147
0

A breve Milano tornerà al centro delle tendenze mondiali del design: ecco i 10 trend che caratterizzeranno lo sviluppo stilistico e tecnologico dei corpi illuminanti.

 

Secondo una ricerca commissionata da KDLN – top brand del settore light design – a Espresso Communication, che ha analizzato le principali testate internazionali, i trend design dell’illuminazione in vista della prossima Design Week di Milano (7-12 giugno) declinano differenti esigenze, dall’attenzione al risparmio energetico al desiderio del consumatore di acquistare elementi sempre più unici che, oltre ad illuminare, siano eleganti, funzionali e smart. Ecco quindi le 10 tendenze che definiranno i nuovi asset di sviluppo del light design alla Milano Design Week:

  1. Linee e minimalismo. Il 2022 segna il ritorno alle forme geometriche e industrial degli inizi del ‘900, basti pensare dall’esthetique industrielle al Bauhaus, passando per le avanguardie figurative.

  1. Stile Japandi, less is more. Torna di moda la semplicità materica e cromatica, per donare agli ambienti un tocco di eleganza unico attraverso colori basici e neutri ma in una veste meno fredda e più calda, grazie all’incontro tra lo stile scandinavo e quello nipponico.

  1. Sustainable led. Sempre più di tendenza, le luci led ed in generale a risparmio energetico, sono adatte a qualsiasi ambiente e garantiscono sostenibilità, notevoli risparmi sulle bollette ed alta efficienza luminosa.

  1. Lampade a sospensione per caratterizzare l’ambiente. L’illuminazione a soffitto torna ad essere protagonista come nell’interior design degli anni ’60: un elemento particolarmente importante che può dare carattere ad ambienti all’apparenza più spogli e neutrali.

  1. Illuminazione da terra per definire gli spazi. Fondamentale negli open space, l’illuminazione da terra crea divisioni virtuali degli spazi, delimitando gli ambienti ed enfatizzandone la bellezza.

  1. Design biolifico. Archistar ed interior designer stanno puntando su materiali organici, che ben si inseriscono negli ambienti, come il legno ed il vetro. Elemento fondamentale: sono tutti materiali atossici e riciclabili. Un’ottima strategia per rendere il bello, funzionale e a basso impatto non solo ambientale, ma anche economico.

  1. La casa si fa sempre più smart. Non è una puntata di “Black Mirror”: il sistema domotico personale agevolerà il rapporto tra il consumatore e la casa attraverso dispositivi smart. Questo comporterà un risparmio energetico (mai più luci accese e bollette salate), la giusta atmosfera in ogni stanza e l’automatizzazione di azioni quotidiane.

  1. Lampade a portata di mano. Corpi illuminanti piccolissimi, discreti, quasi impercettibili. I nuovi prodotti di illuminazione di tendenza sono caratterizzati da dimensioni micro e da sorgenti mini, grazie alla miniaturizzazione dei led.

  1. Opere d’arte luminose da collezione. Le nuove lampade puntano sempre di più su un effetto FOMO (Fear of Missing Out): oggetti d’arte da collezione e a tiratura limitata, presentati in capsule collection. Scenografiche e scultoree, le nuove lampade sono dei veri e propri complementi d’arredo anche quando spente perché, oltre ad illuminare, connotano gli ambienti.

  1. Senza fili e componibili. Uno tra i trend sicuramente più forti è rappresentato dalle luci senza fili, lampade libere da cavi e impianti fissi. Oggetti nomadi con batterie che durano dalle sei alle otto ore alla massima potenza, oppure anche più di un giorno se usate a bassa intensità. Se componibili, permettono di creare scenografie ogni volta differenti.