Home Mercato Osservatorio Findomestic: intenzioni d’acquisto in crescita da 3 mesi
Osservatorio Findomestic: intenzioni d’acquisto in crescita da 3 mesi

Osservatorio Findomestic: intenzioni d’acquisto in crescita da 3 mesi

47
0

Italiani meno preoccupati per la situazione economica e sanitaria e più disposti a spendere. Stabile la propensione alla spesa per l’home.

Con gli indicatori di sentiment che mostrano livelli di preoccupazione ai minimi dall’inizio dell’emergenza Covid e maggiori certezze legate al reddito (il 67% ritiene che il proprio reddito si manterrà stabile), cresce ancora, per il terzo mese consecutivo, la propensione al consumo da parte degli italiani. A rilevarlo è l’Osservatorio Findomestic di settembre, realizzato dalla società di credito al consumo del gruppo BNP Paribas in collaborazione con Eumetra.

 

Nel dettaglio, l’Osservatorio Findomestic ha rilevato a fine agosto un incremento della propensione media d’acquisto del 3,9%, che conferma un trend positivo in atto da fine giugno (+6,7%) e proseguito a luglio (+5,8%). Questo andamento coincide con quello che riguarda i principali indicatori di sentiment dell’Osservatorio: dall’inizio dell’anno ad oggi sono diminuiti dal 49 al 30% coloro che si dicono molto preoccupati per la situazione economica del Paese e dal 28% al 20% chi teme seriamente il contagio. Non solo, da gennaio 2021 sono scesi dal 20 al 13% gli italiani che dichiarano di avere un reddito fortemente impattato dall’emergenza sanitaria e dal 53 al 32% quelli che spendono meno rispetto al pre Covid. Anche perché il 67% degli intervistati (era il 58% a gennaio) dichiara di contare su un reddito stabile per il futuro. Tutti elementi, questi ultimi, che evidenziano un miglioramento del contesto e che sono alla base dell’incremento della propensione al consumo.

 

Guardando all’andamento delle intenzioni di acquisto per categoria merceologica, l’Osservatorio rileva, per il comparto della casa, un momento di sostanziale stallo. Stabile anche la propensione all’acquisto di mobili e arredo (+0,3%), che si colloca comunque su un livello elevato. Decisamente bene il comparto dell’eldom: la propensione all’acquisto sale del 10,1% per i piccoli elettrodomestici e dell’11,7% per i grandi elettrodomestici. Netto incremento anche per l’elettronica di consumo (+11,5%) che gode in particolare dello slancio generato dal “Bonus Tv” per favorire la rottamazione dei vecchi apparecchi.