Home Distribuzione Parkside di Lidl, i segreti di una private label di successo
Parkside di Lidl, i segreti di una private label di successo

Parkside di Lidl, i segreti di una private label di successo

1.37K
0

Il marchio privato di Lidl per gli elettroutensili si è affermato negli anni come un brand riconosciuto e apprezzato dal consumatore diy, tanto da diventare virale sul web. Ecco i segreti di questo successo.

 

Oggi primo aprile esce il Volantino pasquale di Lidl con una nuova proposta di elettroutensili Parkside a prezzo ultra basso: per esempio, trapano battente e seghetto alternativo cordless 20V a 29,99 euro l’uno, senza batteria e caricabatteria che costano insieme 19,99 euro. Nella promozione troviamo, oltre agli articoli citati, sega circolare, spara punti/chiodi, pompa compressore e pistola termica, tutti utensili a batteria funzionanti con lo stesso pacchetto di alimentazione.

 

Ma ciò che ci interessa qui non sono tanto i prezzi o il livello qualitativo (più che discreto, per molti), ma piuttosto come un’insegna discount qual è Lidl, regno del basso prezzo e della despecializzazione, sia riuscita con Parkside a creare una private label di grande successo in un comparto tecnico come l’elettroutensile, riscuotendo la fiducia di consumatori dal palato difficile come quelli del diy e affermandosi come brand riconosciuto anche fuori dall’insegna madre (gli utensili Parkside oggi si trovano anche nei principali marketplace).

 

Gli ingredienti sono diversi. Naturalmente il prezzo, o meglio l’ottimo rapporto qualità/prezzo, ma pensiamo sia più importante la modalità di commercializzazione. Infatti, i prodotti della gamma non sono sempre disponibili, ma solo in alcune settimane dell’anno, generando nell’acquirente il desiderio di accaparrarsi quel determinato elettroutensile, magari molto specializzato, anche se non ne ha immediatamente bisogno. Con questo meccanismo Lidl è riuscita a vendere in pochi giorni grandi volumi di prodotti estremamente tecnici, di bassa rotazione anche nelle rivendite specializzate (levigatrici a nastro, pistole spruzzatrici, trapani a colonna, martelli perforatori, torni da legno, pistole termiche, per citarne alcuni).

 

Dunque, è un assortimento ‘a episodi’ (solo una settimana prima del lancio della promozione si sa quali articoli conterrà) ma ugualmente molto vasto e completo. E i prodotti vengono continuamente rinnovati, quindi l’anno successivo, quando torneranno disponibili, probabilmente avranno subito modifiche e migliorie. Questo meccanismo ha generato l’attenzione dei social e del web in generale, dove il marchio è virale. Su Facebook esistono diversi gruppi di appassionati del brand: drogati di Parkside ha quasi 130.000 iscritti, Parkside mania ha 43.000 iscritti, mercatino Parkside ha 50.000 iscritti, Parkside Italia recensioni ha 46.000 iscritti. Ma ce ne sono molti altri. Esistono poi diversi youtuber che testano i prodotti all’uscita dei volantini e, a guardare le recensioni, non sempre lusinghiere, si direbbe non siano contributi a pagamento.

 

Ma nel meccanismo dei social anche le stroncature fanno gioco. Pure su Facebook ci sono molte recensioni tutt’altro che tenere, ma trattandosi di prodotti di primissimo prezzo, le critiche appaiono più come una ‘operazione verità’, come la presa di coscienza di un compromesso che probabilmente può essere accettato. Possiamo citare a titolo d’esempio un video (in tedesco) su Youtube, il cui titolo può essere tradotto più o meno così: ‘può un martello demolitore Parkside da 69 euro competere con uno Bosch da 690 euro?’. La risposta del test è ovviamente no, per molte e fondamentali ragioni che vengono dettagliate. Ma il messaggio di fondo che il consumatore recepisce è che i due prodotti sono in qualche modo confrontabili e in definitiva possono fare, seppur con diversi limiti, la stessa cosa e quindi se sei disposto ad accettare dei compromessi, puoi risparmiare un’enormità.

 

Naturalmente non c’entra solo il marketing, molto incide anche la solida garanzia che offre Lidl: 30 giorni di ‘soddisfatti e rimborsati’ in contanti nel negozio e 3 anni di garanzia con riparazione o sostituzione direttamente nei punti vendita dell’insegna. Una rete di sicurezza che invoglia il consumatore a osare e a sperimentare, insieme ad una rete capillare di negozi fisici che offre un interlocutore affidabile e facilmente raggiungibile in ogni parte d’Italia.