Home Distribuzione Partnership The Home Depot – Walmart nell’home delivery
Partnership The Home Depot – Walmart nell’home delivery

Partnership The Home Depot – Walmart nell’home delivery

46
0

Con l’accordo, l’insegna di diy mira a fare consegne a casa del 90% degli statunitensi il giorno stesso o quello successivo all’ordine.

 

The Home Depot, la più importante catena distributiva di bricolage e home improvement Usa, ha stretto una partnership con il colosso mondiale del retail alimentare Walmart (anch’esso americano) nell’ottica di offrire ai propri clienti una qualità e un’efficienza ancora più elevata nell’home delivery. Nella fattispecie, The Home Depot usufruirà – primo fra i retailer – del servizio Walmart GoLocal.

 

La soluzione Walmart GoLocal è stata introdotta da Walmart per supportare le piccole realtà commerciali – e da oggi anche i retailer – ad effettuare consegne il giorno stesso, o il giorno successivo, dall’ordine online effettuato dal consumatore finale. Il punto chiave dell’operazione è che Walmart, mettendo a disposizione la propria rete logistica e i propri autisti, è in grado di sostenere i negozianti nella realizzazione del famoso ultimo miglio, arrivando a consegnare la merce anche nelle aree rurali e in generale nelle zone più difficili da raggiungere.

 

“Questa collaborazione – osserva Stephanie Smith, vice presidente senior della supply di The Home Depot – ci avvicina sempre di più al nostro obiettivo di offrire una consegna a domicilio il giorno stesso o quello immediatamente successivo all’acquisto online a circa il 90% della popolazione degli Stati Uniti”.

 

Gli autisti di Walmart GoLocal inizieranno a consegnare i prodotti di fai da te solo da alcuni dei punti vendita Home Depot, ma a breve, ovvero già entro la fine dell’anno, l’intenzione è di estendere il servizio in tutto il Paese in maniera molto importante.

 

Il business dell’ecommerce di The Home Depot, di cui l’attività di home delivery costituisce una parte significativa, si è enormente sviluppato nell’ultimo biennio, incrementando, nell’anno fiscale 2020, addiruttura dell’86%.