Home Produzione Piattaforme cordless aperte, la mossa vincente di Bosch
Piattaforme cordless aperte, la mossa vincente di Bosch

Piattaforme cordless aperte, la mossa vincente di Bosch

95
0

Si aggiungono nuovi prestigiosi marchi alle due piattaforme comuni di batterie per elettroutensili – hobby e pro – lanciate da Bosch.

 

Gli elettroutensili cordless nel giro di qualche anno soppianteranno completamente quelli ‘a filo’, se non in circoscritte nicchie di mercato. Già oggi le vendite di macchine offerte senza batteria e caricabatteria sono in forte crescita, perché il consumatore ha capito che è fortemente antieconomico (nonché poco ecoattento) avere in casa un accumulatore e un caricabatteria per ogni utensile senza filo posseduto, visto il numero in continua crescita.

 

In questo senso si è rivelata vincente la mossa di Bosch che da oltre un anno ha lanciato due sistemi aperti di batterie, uno per gli utensili di classe professionale, uno per quelli hobbistici, a cui hanno aderito numerosi prestigiosi marchi presenti sul mercato.

 

Nella conferenza stampa virtuale del 6 luglio, Henk Becker (nella foto), presidente di Bosch Power Tools, ha fatto il punto sullo sviluppo delle piattaforme, annunciando anche l’ingresso di nuovi brand. Per quanto riguarda il sistema professionale, Fein e Heraeus si aggiungono a Brennenstuhl, Klauke, Ledlenser, Lena Lighting, Sonlux, Sulzer e Wagner: tutte le apparecchiature cordless di queste marche – oltre naturalmente a quelle prodotte da Bosch – potranno essere alimentate con una delle 60 milioni di batterie della serie Professional System 18 V vendute finora.

 

Più ghiotta per il canale brico la piattaforma Power for All Alliance, creata circa un anno fa per applicazioni in casa e giardino, che accoglie anche due nuovi soci, Steinel (nota soprattutto per le pistole soffiatrici ad aria calda) e Flymo (macchine per il giardino) che si vanno ad aggiungere ai due pesi massimi Bosch e Gardena e a Gloria, Wagner e Rapid. Il sistema Power for All Alliance include già oggi 75 apparecchi.

 

“Aprendo la nostra tecnologia delle batterie ad altri produttori, abbiamo colto nel segno con gli utenti. Siamo quindi lieti che altri noti potenziali partener hanno manifestato il loro interesse per la cooperazione e vogliono dare forma al futuro cordless insieme a Bosch”, ha affermato Henk Becker.

 

L’orientamento verso il cambiamento delle esigenze degli utenti e dei requisiti derivati si riflette anche nella sostenibilità della società. In accordo con la strategia di sostenibilità del Gruppo Bosch, ciò significherà un aumento dell’efficienza energetica. Bosch Power Tools punta al risparmio di circa 75.000 MWh entro il 2030. Ciò corrisponde alla media annua di consumo di elettricità di 3.000 famiglie di due persone in Germania. Nel 2020, risparmi di oltre 5.000 MWh sono stati ottenuti grazie a progetti di efficienza energetica.