Home Distribuzione I #positivetalk di Tecnomat: ecosostenibilità, senza paura del green hush
I #positivetalk di Tecnomat: ecosostenibilità, senza paura del green hush

I #positivetalk di Tecnomat: ecosostenibilità, senza paura del green hush

84
0

L’insegna lancia un ciclo di eventi per parlare delle proprie iniziative ecoattente, interagendo con esperti del settore.

 

Con il nuovo anno, Tecnomat ha lanciato l’interessante iniziativa “#positivetalk”. Si tratta di un ciclo di incontri virtuali, che hanno l’obiettivo di parlare e confrontarsi sul tema della sostenibilità e di come il settore possa contribuire, creando valore, a mitigare l’impatto ambientale. I contenuti sono disponibili in diretta tramite i canali Facebook e LinkedIn dell’azienda, permettendo al retailer di interagire direttamente con esperti qualificati del settore.

 

Perché è stata attivata questa iniziativa? Diverse fonti segnalano come si stia sempre più diffondendo il fenomeno del green hush (che può essere considerato l’opposto del greenwashing). In altre parole, il green hush identifica la tendenza da parte delle aziende a non raccontare pubblicamente i propri impegni in materia di ambiente, per paura di essere accusate di non fare abbastanza, o di essere criticate. Eppure l’Agenda 2030 dell’Onu, sottoscritta dai 193 Paesi membri (tra cui l’Italia), pone scadenze che sono ormai molto prossime…

 

“Dobbiamo depotenziare il green hush. Così è nata l’idea dei #positivetalk – dichiara Angela Antonini, positive impact leader Tecnomat – un’occasione per raccontare le cose che facciamo in Tecnomat con semplicità ma anche con la convinzione che ciascuno debba fare la propria parte: le istituzioni certamente, i cittadini ma anche le aziende. Prendiamo qualche rischio? Forse sì – anche se per cultura non diciamo più di quel che è fatto, ma il rischio di non fare ci sembra decisamente superiore”.

 

Nella prima puntata, il 26 gennaio, in occasione della Giornata Internazionale dell’energia pulita e quindicesimo anniversario della fondazione dell’Irena (Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili), è stata approfondita la tematica della green energy con focus sul dinamico settore del fotovoltaico; nella seconda, in programma per il 16 febbraio, il focus sarà sul risparmio energetico.