Home Mercato Studi e ricerche Sistemi di riscaldamento, l’interesse in calo
Sistemi di riscaldamento, l’interesse in calo

Sistemi di riscaldamento, l’interesse in calo

117
0

In diminuzione l’interesse del consumatore italiano per i sistemi di riscaldamento ausiliari/alternativi: Trovaprezzi.it ha rilevato il 38% di ricerche in meno sul web.

 

Nell’inverno 2022/2023 si è registrato un interesse spasmodico dei consumatori per i sistemi di riscaldamento ausiliari/alternativi: quello dei costi energetici era un argomento caldo, in prima pagina sui giornali e tema di dibattito nei talk show, i clienti hanno risposto con una impennata di acquisti.

 

Nell’inverno in corso non è che le bollette energetiche sia molto più basse, ma la pressione mediatica sul tema non è più la stessa e di conseguenza è calata l’attenzione del consumatore. Secondo un’analisi di Trovaprezzi.it, l’interesse degli italiani nelle ricerche online verso i sistemi di riscaldamento è calato del 38% rispetto all’anno precedente, con un’unica eccezione: pannelli solari e pellet.

 

Secondo l’Osservatorio Trovaprezzi.it, nel periodo 1° gennaio – 31 ottobre 2023 ci sono state circa 2milioni e 885mila ricerche complessive nelle categorie dedicate alle stufe e alle caldaie, un dato in calo del 38% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nello stesso periodo del 2022 le ricerche erano state oltre 4milioni e 640mila, +14% rispetto al 2021.

 

Questo calo di interesse per i sistemi di riscaldamento potrebbe essere riconducibile al fatto che molti italiani hanno provveduto al loro acquisto e installazione durante lo scorso inverno, quando la crescita del costo del gas naturale, ed il timore del calo di approvvigionamento di gas dovuto a una lunga guerra tra Russia e Ucraina, erano due pensieri costanti; inoltre va considerato che lo scorso anno gli incentivi dedicati all’aggiornamento e alla sostituzione degli impianti erano superiori.

 

Dall’analisi delle top ricerche emergono alcune curiosità. Tra le stufe, nel 2023 gli utenti hanno preferito le stufe a legna prima delle stufe a pellet. In tema caldaie e scaldabagni, invece, hanno la meglio le caldaie a condensazione, lo scaldabagno elettrico e in generale le caldaie del brand Vaillant. Prosegue, invece, l’interesse verso sistemi di riscaldamento più green con le numerose ricerche di pannelli solari all’interno della categoria “Materiale Elettrico” (il massimo delle ricerche mensili è stato raggiunto nell’ottobre 2022) e di pellet in “Ferramenta” (interesse massimo nel gennaio 2023).