Home Distribuzione Strategia di Impatto Positivo Leroy Merlin Italia
Strategia di Impatto Positivo Leroy Merlin Italia

Strategia di Impatto Positivo Leroy Merlin Italia

74
0

Nel triennio 2024-2026 l’insegna intraprende un percorso di sostenibilità articolato in cinque sfide.

 

Con l’obiettivo di aiutare gli abitanti in Italia a realizzare progetti di casa e di vita attraverso soluzioni di qualità e a impatto positivo, in linea con il purpose aziendale “We Make Home a Positive Place to Live”, Leroy Merlin Italia lancia la Strategia di Impatto Positivo. Nel triennio 2024-2026 l’insegna intraprende, quindi, un percorso di sostenibilità che vede l’impegno di tutte le 8500 persone di Leroy Merlin Italia e che si articola in cinque sfide cruciali: l’ingaggio delle comunità, l’affermazione della pluralità, la decarbonizzazione, l’economia circolare e la sensibilizzazione dei clienti.

 

L’ingaggio delle comunità si traduce in tre filoni d’azione: abitare il territorio, educare al fare e sviluppare il business sociale. Rientra, ad esempio, nel primo filone, Bricolage del Cuore, un progetto di volontariato aziendale attraverso il quale Leroy Merlin mette a disposizione il tempo e le competenze dei suoi collaboratori, clienti e volontari per offrire interventi di miglioramento a strutture e giardini in uso a onlus e realtà attive del terzo settore. L’insegna ha anche aderito alle ultime tre edizioni del World CleanUp Day, la giornata mondiale dedicata alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti abbandonati in parchi, strade, spiagge e litorali di tutta Italia.

 

I progetti di ingaggio delle comunità sono accompagnati da iniziative che mirano ad affermare la pluralità. Un team interfunzionale di collaboratori provenienti da diverse funzioni aziendali mette quindi a fattor comune conoscenze e competenze eterogenee per sviluppare progetti per creare un ambiente di lavoro inclusivo e promuovere la diversità, con un’attenzione particolare alla coesione intergenerazionale, alla parità di genere e alla disabilità. Tra questi, “FormidAbili” lanciato nel 2021, che ha permesso che, ad oggi, il 69% dei negozi italiani abbia in organico almeno una persona, impiegata in diversi servizi per la clientela, con sindrome di autismo ad alto funzionamento o di Down.

 

Gli obiettivi della strategia di decarbonizzazione di Leroy Merlin Italia sono in linea con gli obiettivi del Gruppo ADEO che prevede di ridurre del 50% le proprie emissioni entro il 2035 rispetto ai valori del 2021 e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. L’insegna in Italia monitora e misura le emissioni di CO₂, i consumi energetici dei suoi negozi, magazzini e veicoli e le emissioni lungo la sua catena del valore. Inoltre, è allo studio una selezione di prodotti con maggiori vantaggi in termini di efficienza energetica e sostenibilità.

 

Riguardo l’economia circolare, Leroy Merlin adotta una serie di buone pratiche per trasformare il proprio approccio da lineare a circolare, ovvero abbracciando un modello di produzione e consumo volto a garantire una crescita sostenibile nel lungo periodo, che punta ad estendere il ciclo di vita dei prodotti e a ridurre la produzione di rifiuti. Per questo motivo, vengono scelti prodotti di assortimento progettati con la logica dell’eco-design e offerti servizi di manutenzione e riparazione dei prodotti acquistati, l’incentivo all’accesso a prodotti noleggiabili per necessità sporadiche, l’attivazione di canali di donazione dei prodotti a beneficio delle comunità locali, come ad esempio le iniziative Empori Fai da Noi e Regusto, e la riduzione di rifiuti e la raccolta differenziata.

 

Infine, la sensibilizzazione dei clienti da parte dei collaboratori di Leroy Merlin sull’importanza di adottare uno stile di vita sostenibile.

 

“Il lancio di questa strategia rappresenta un passo fondamentale per Leroy Merlin nel suo impegno verso un impatto positivo e duraturo sull’habitat e sulle comunità. Siamo orgogliosi di questo impegno e della strada che abbiamo intrapreso per garantire un oggi e un futuro più sostenibile e inclusivo per le generazioni presenti e future,” ha dichiarato Giannalberto Cancemi, ceo Leroy Merlin Italia. “In attesa della pubblicazione del nostro Bilancio di Sostenibilità 2023, abbiamo comunque voluto prenderci già una responsabilità e comunicare in modo trasparente non solo quello che abbiamo già fatto, ma la strada che ci resta da fare e gli obiettivi da raggiungere per il prossimo triennio. Le premesse sono incoraggianti e crediamo sia possibile continuare a perseguire le nostre ambizioni in chiave sostenibile, grazie alla collaborazione di molti attori e a iniziative sinergiche con fornitori, artigiani e comunità locali. Vogliamo percorrere questa strada insieme a tutti i nostri stakeholder, contribuendo insieme per creare un mondo migliore. Lavorando uniti, possiamo migliorare la casa e renderla un posto positivo in cui vivere, generano quindi il benessere per un sempre crescente numero di persone”.