Home Distribuzione Svolta nella disputa sull’eredità in Gruppo Tengelmann, proprietario di Obi
Svolta nella disputa sull’eredità in Gruppo Tengelmann, proprietario di Obi

Svolta nella disputa sull’eredità in Gruppo Tengelmann, proprietario di Obi

442
0

Christian Haub, a capo della holding, fa un’offerta multimiliardaria per acquisire le azioni in mano alla vedova di Karl-Erivan Haub.

 

Ci sarebbero degli sviluppi nella disputa sull’eredità interna al Gruppo Tengelmann, holding che possiede, fra le altre, la catena Obi e l’insegna di prodotti non food Tedi. A segnalarlo, è il quotidiano tedesco Spiegel.

 

I problemi, per la famiglia Haub (proprietaria di Tengelmann), sono cominciati un paio d’anni fa, dopo la scomparsa, verosimilmente in un incidente sulla Alpi Svizzere, di Karl-Erivan Haub, allora a capo del Gruppo e oggi, dopo lunghe ricerche, dichiarato morto.

 

A seguito della conferma del decesso, Christian Haub – subentrato alla guida dell’azienda – avrebbe fatto a Katrin Haub, vedova di Karl-Erivan Haub, una proposta multimiliardaria per acquisire le sue azioni della società: si vocifera che siano stati messi sul piatto 1,1 miliardi di euro.

 

Si tratterebbe, secondo quanto dichiarato da Christian Haub, di un’offerta molto generosa poiché è di circa 150 milioni di euro in più rispetto alla cifra che si era pattuito di pagare in caso di fuoriuscita di un partner dall’azienda.

 

L’acquisizione delle quote azionarie voluta da Christian Haub avrebbe come obiettivo quello di mantenere relazioni chiare e stabili fra l’azienda e gli azionisti e assicurare sicurezza al Gruppo e ai suoi 90.000 dipendenti.