Home Distribuzione Torna ‘Una tazza speciale per un Natale più buono’
Torna ‘Una tazza speciale per un Natale più buono’

Torna ‘Una tazza speciale per un Natale più buono’

49
0

L’iniziativa solidale di Progress, giunta all’8a edizione, sostiene Telethon nella ricerca per la cura delle malattie genetiche rare.

 

Torna, dopo qualche anno di pausa dovuto al covid, “Una tazza speciale per un Natale più buono”, il progetto di charity dell’insegna Progress (di Antonio Capaldo S.p.A.).

 

L’iniziativa, giunta all’ottava edizione, ripropone la stessa meccanica degli anni precedenti, ormai consolidata e gradita ai clienti. Basta cioè acquistare a 2 euro la tazza edizione limitata 2023, proposta in esclusiva dal retailer; per ogni tazza venduta, Progress donerà 1 euro in beneficenza.

 

Quest’anno, nella fattispecie, il ricavato dell’operazione servirà per aiutare la Fondazione Telethon nel raggiungimento della propria mission: far avanzare la ricerca verso la cura delle malattie genetiche rare grazie al lavoro degli Istituti di ricerca di Milano e Pozzuoli (Na), e finanziando i progetti di ricerca italiani più promettenti.

 

Le precedenti edizioni

La prima edizione dell’operazione “Una tazza speciale per un Natale più buono” risale al 2013 e si conclude con la raccolta di 5.616 euro devoluti alla Croce Rossa Italiana per affrontare l’emergenza Sardegna causata dal ciclone “Cleopatra”. L’anno successivo il beneficiario è la Fondazione Santobono Pausilipon, alla quale vengono donati 10.500 euro a sostegno del reparto di Terapia Intensiva Neonatale.
Con l’edizione 2015 inizia la collaborazione con Fondazione Telethon alla quale, fra 2015 e 2016, vengono donati oltre 25.000 euro per il sostegno alla ricerca verso la cura delle malattie genetiche rare. Il 2017 e il 2018 vedono la realizzazione di un progetto curato dal Comitato Provinciale Telethon di Avellino e Benevento, ovvero l’acquisto della prima T-Car in Italia, un veicolo destinato al trasporto in totale sicurezza di disabili anche dotati di carrozzine di grandi dimensioni. L’ultima edizione, quella del 2019, ha visto ancora come beneficiario la Fondazione Telethon e si è conclusa con la raccolta di 12.500 euro.