Home Distribuzione Un 2020 brillante per Kingfisher
Un 2020 brillante per Kingfisher

Un 2020 brillante per Kingfisher

176
0

Presentati i dati dell’esercizio fiscale concluso il 31 gennaio 2021 con numeri molto positivi: vendite a quota 12,3 mld di sterline (+7,1%). Ecommerce alle stelle.

 

Presentati oggi 22 marzo i risultati fiscali di Kingfisher, il secondo player europeo del Diy che opera prevalentemente nel Regno Unito, in Francia, Polonia, paesi Iberici e Romania con le insegne B&Q, Castorama, Brico Dépôt, Screwfix e Koçtaş.

 

I dati evidenziano un’annata estremamente positiva con vendite in crescita del 7,1% a quota 12,3 miliardi di sterline (14,33 miliardi di euro) e utili prima delle imposte a 786 milioni di euro (+44,4%). Nel dettaglio, i fatturati hanno fatto segnare +10,7% in UK e Irlanda, +5,1% in Francia, +4,9% in Polonia, +10,8% in Romania, -7% in Spagna e Portogallo.

 

Significativa l’impennata delle vendite ecommerce che sono cresciute del 158% rispetto al 2019 e oggi rappresentano il 18% delle vendite a livello di gruppo contro l’8% dell’esercizio precedente. In particolare, gli ordini da mobile sono cresciuti del 200% e oggi rappresentano il 56% del totale ecommerce. Infine, nell’estate 2020 è stato raggiunto il record di 1,5 milioni di ordini in una settimana.

 

Importanti risultati anche riguardo l’assortimento e i negozi. Le vendite di prodotti a marchio privato sono cresciute del 7,5% e oggi rappresentano il 44% delle vendite totali, grazie anche all’introduzione di nuovi brand per le cucine e l’illuminazione d’interno. Nel 2020 sono stati inaugurati 6 negozi per testare format compatti innovativi, mentre B&Q ha siglato un importante accordo di affiliazione con Al-Futtaim Group per sviluppare nuovi negozi dell’insegna nel Medio Oriente.